News

Le ultime news sul mondo che ruota attorno a Grandi Molini Italiani: le quotazioni del grano in Italia e nelle principali borse europee come il Matif di Parigi e mondiali come il Chicago Board of Trade, le analisi sui nuovi raccolti e sulla produzione di grano da parte dei principali enti internazionali come l'USDA (Dipartimento di Agricolura americano), le novità su farina, semola e preparati proposte dalla ricerca e sviluppo GMI, le nuove ricette per uso domestico e per uso professionale, i consigli e i segreti per un'alimentazione sana, le notizie sulle principali fiere del settore agroalimentare e tantissime altre novità.

TUTTO ESAURITO A VENEZIA PER IL CONVEGNO SUL LIEVITO NATURALE

X

Il pane buono lo si ottiene utilizzando le tecniche della tradizione: lunghe lievitazioni, con la biga, con il poolish, con il lievito naturale. Tecniche più lunghe e complesse che però permettono di ottenere un pane come quello di una volta. È quanto è emerso nel corso del convegno organizzato da Grandi Molini Italiani nel molino di Venezia, il più grande d’Europa, alla presenza del dottor Manuel Venturi di FoodMicroTeam, Spin-off Accademico dell'Università di Firenze Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali (GESAAF), di Fabrizio Nistri, esperto dell’arte bianca, e del vicepresidente nazionale dell’Associazione Panificatori Massimo Gorghetto. Un argomento così sentito che quasi 100 maestri panificatori artigiani hanno riempito in ogni ordine di posti la sala panificazione del molino.

“Il segreto del successo di un panificio oggi – ha spiegato Stefano Siviero, Area Manager GMI – passa innanzitutto per la bontà del pane: se non offriamo un prodotto che piace, fatto bene, salutare, le persone non entreranno nel nostro forno. Una volta entrate poi bisogna fare in modo che l’ambiente trasmetta emozioni, artigianalità, passione, amore per il proprio lavoro e competenza. Infine bisogna saper comunicare all’esterno quello che di buono si fa, evidenziare le differenze con la proposta industriale o standardizzata, fare pubblicità, promuoversi sui social network, farsi conoscere: sono questi i 3 ingredienti per il successo, i 3 ingredienti dell’impasto della felicità, prodotto, bottega e comunicazione. La vera sfida per il panificatore artigiano oggi è passare da fare il pane ad impastare la felicità”.

“L’inversione di tendenza in atto oggi nel mondo del pane artigianale – secondo Manuel Venturi – è quella di un maggior utilizzo di farine speciali e un ritorno al lievito naturale. Prodotti ottenuti con lievito naturale hanno numerose proprietà: una migliore lavorabilità e conservabilità, maggiore complessità organolettica e velore nutrizionale, maggiore digeribilità. Gli svantaggi per l’artigiano sono la necessità di tempi più lunghi e una maggiore complessità nella lavorazione”.

L’incontro sarà replicato nei prossimi giorni in diverse parti d’Italia:

Giovedì 17 novembre 2016 ore 10.00 NOVOTEL GENOVA CITY Via Antonio Cantore, 8/C, Genova

Mercoledì 23 novembre 2016 ore 10.00 HOTEL EDEN VERSILIA Viale Antonio Gramsci 26, Località Cinquale, Montignoso (MS)

Mercoledì 30 novembre 2016 ore 10.00 VILLA MICHELANGELO Via Lungofino 2, Città Sant’Angelo (PE)

Ecco le foto dell'evento: https://www.facebook.com/pg/grandimoliniitalianispa/photos/?tab=album&album_id=953193131491943

Per informazioni: Nicola Giandoso 3485205395 – ngiandoso@grandimolini.it

17 novembre 2016

 

Visualizza tutte